Bibliando , Sebina, biblioteca, opac, catalogo biblioteca, Lecce, biblioteche lecce, Catalogo biblioteche, Prestito libri, Libri online, Prestito online, Ricerca federata tra Cataloghi di biblioteche

AVVISO PER L'UTENZA: con la migrazione al Sistema regionale dei Servizi Bibliotecari e Polo SBN Regione Puglia, è stata modificata la username per l'accesso allo spazio personale. Ti invitiamo a contattare la tua biblioteca per avere la tua nuova username. Ci scusiamo per il disagio.

domenica

23

giugno

PE(N)SA DIFFERENTE 2024

PE(N)SA DIFFERENTE 2024

20,21 E 22 GIUGNO

Alla Biblioteca Bernardini la 17.a edizione di Pe(n)sa differente, il festival dell'espressione creativa e della bellezza autentica.
il 20, 21, 22 giugno.
 
Pe(n)sa differente 2024
Colsi il tuo fiore, Mondo!
Lo strinsi al cuore e la spina mi punse.
 
Un verso del poeta Rabindranath TAGORE, quest’anno per Pe(n)sa differente, un padre della cultura indiana, lontano da noi per trovare parole e sperimentare la vicinanza, la reciprocità nello scambio, un accudimento partecipe.
 
L’Arte e la Scienza sono da sempre alleati dei nostri percorsi, c’è il Mondo oggi, da esplorare: le sue contraddizioni, i conflitti, le distanze che giorno dopo giorno vengono alimentate, è cronaca quotidiana, spina nel desiderio di un’umanità in cerca di un cuore, di un centro che sia riparo, dimora delle somiglianze, di ciò che ci accomuna, di ciò che spesso è dimenticato: la sensibilità, la fragilità, l’amore.
Forse il disagio, il dolore di chi vive e si confronta quotidianamente con la propria inquietudine, può essere guida e orizzonte di un pensiero altro, sensibile, aperto all’incontro.
Ci somigliamo, siamo donne e uomini, tutte e tutti, lo stesso respiro ci anima, lo stesso battito ci tiene in vita, manca l’abbraccio, dove cercarlo? Come? Dal piccolo d’ognuno il seme di un’umanità finalmente solidale, capace di riconoscersi nella sua unicità.
 
“Pe(n)sa differente” è palestra di una comunità solidale, capace di elaborare una progettualità trasversale, tessiture di conoscenza, un tappeto capace di accogliere, di mettere in volo il sogno per guardare dall’alto il Mondo, i suoi fiori e le sue spine.